In offerta!

Intelligenza artificiale e totalitarismi virtuali

16.00 15.90

Descrizione

Diventando sempre più estesa l’incidenza dell’Intelligenza Artificiale in ogni settore dell’attività economica, si offrono nuovi spunti di analisi sulla sua potenzialità nei rapporti sociali e politici. Una simile capacità evolutiva rappresenta indubbiamente un grande vantaggio, ma potrebbe essere utilizzata per scopi utilitaristici da chi abbia la gestione degli interessi economici e politici, strumentalizzandola per far apparire come veri, dati e proposte caratterizzati da reticenze, o da tentativi di utilizzare i sistemi di Intelligenza Artificiale per realizzare di
nuove forme totalitarismi , identificati dagli autori, come “totalitarismi indiretti”, e con la possibilità
che sia la stessa Intelligenza Artificiale, nella sua autonoma capacità evolutiva, a realizzare una forma
di “totalitarismo virtuale diretto”. E simili totalitarismi “virtuali” si caratterizzano proprio per la loro
intrinseca natura informatica Proprio per evitare una perdita di controllo sui sistemi di Intelligenza Artificiale, gli Autori hanno analizzato le tragiche forme di totalitarismi del XX secolo, dal Nazismo allo Stalinismo, alla Cambogia
di Pol Pot, per raffrontarle alle dittature o a stragi quale la violenza Utu in Ruanda.
Appare così necessario un attento controllo delle Istituzioni sugli sviluppi e l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale per evitare inaccettabili conseguenze.

Cesare Triberti, avvocato in Milano, consulente di primarie società del settore dell’informatica e telecomunicazioni, esperto di diritto sanitario e diritto e bioetica.
Attualmente è titolare presso il Politecnico di Milano, Dipartimento Ingegneria Industriale e dell’Informazione, del Corso “Problemi di Diritto Civile dell’Informatica e dell’I.A.”. Visiting professor in numerose Università estere.
Autore e/o coautore di numerose pubblicazioni.

Maddalena Castellani, avvocato in Milano, esperta in diritto d’autore, diritto industriale, tutela del
software e diritto delle nuove tecnologie. Professore a contratto presso il dipartimento di informatica
dell’Università di Verona in tutela del software e diritto blockchain e docente nel master “Economia
e Diritto dei digital asset” BABEL – Università di Firenze. Visiting professor in numerose Università
brasiliane. Consigliere di Amministrazione della società Infratel Italia S.p.A..
Autore e/o coautore di numerose pubblicazioni.